PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC SEMPRE FESTA AL TACHIRA: ARRIVA IL BIS DI RESTREPO. INTANTO È WILD CARD PER IL GIRO

PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC SEMPRE FESTA AL TACHIRA: ARRIVA IL BIS DI RESTREPO. INTANTO È WILD CARD PER IL GIRO

Giornata da ricordare quella di oggi per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nel primo pomeriggio è arrivata da Rcs la wild card per la partecipazione al prossimo Giro d’Italia (oltre che a Tirreno-Adriatico e Strade Bianche), mentre poco fa si è conclusa la quinta tappa della Vuelta al Tachira in Venezuela con un nuovo successo per i campioni d’Italia. A firmarlo è stato nuovamente Jhonatan Restrepo, il 25enne colombiano già a segno a Rubio nella terza tappa. Ora l’acuto a Borota, dove si è conclusa la quinta frazione che era partita da San Juan de Colon (106,7 i chilometri). Restrepo ha superato i quattro compagni di quella che si è rivelata l’azione decisiva: secondo ha finito il venezuelano Camargo, mentre a chiudere il podio ci ha pensato l’altro Androni Giocattoli Sidermec Daniel Munoz, terzo. Per la squadra diretta in Sudamerica da Gianni Savio e Giampaolo Cheula da segnalare anche il sesto posto di Jefferson Cepeda, primo degli inseguitori a 1’18”. In classifica generale, quando alla conclusione mancano tre tappe, guida il venezuelano Campos. Il migliore degli Androni Giocattoli Sidermec è Cepeda, quinto a 1’27”. Rivera è decimo e Munoz undicesimo.

Per Restrepo, come detto, è il secondo successo personale alla Vuelta al Tachira, che dopo tredici anni ha visto un corridore colombiano imporsi in due frazioni in una stessa edizione. Per l’Androni Giocattoli Sidermec, considerando la volata vincente di Pacioni nella prima frazione, è il terzo successo dall’inizio della stagione.

Domani alla corsa venezuelana è in programma la sesta tappa, una cronometro individuale di 16 chilometri da San Cristobal a Palmira.