SANDRIGO BIKE, pensieri del DS per la stagione degli esordienti

 

ESORDIENTI A FINE STAGIONE: I PENSIERI DEL DS
Le parole di Matteo De Marchi

 

La lunga stagione del 2019 per la formazione degli esordienti della SANDRIGO BIKE Sport Team si è chiusa da pochissimo e, dalla prima gara di Campolongo all’ultima ad Oppeano, sembra essere passato un batter di ciglia.
Quest’anno a comporre la formazione sono stati dieci atleti. Tra le new entry al primo anno troviamo Michele Chemello, Francesco Stefani e Riccardo Securo, mentre al secondo sono stati confermati Alessandro Fontana, Samuel Cito, Nicolò Morello, Andrea De Marchi, Fabio Cappellotto, Alessandro Ruscito e Francesco Romare.

 

Commenta il direttore sportivo, Matteo De Marchi: “In questo nostro secondo anno di attività nella categoria abbiamo deciso di proseguire con i progetti e le idee che avevamo inaugurato nella scorsa stagione. Il nostro primo obiettivo, essendo quella degli esordienti una fase di passaggio in un’età ancora molto delicata, è sempre stato quello di educare i ragazzi al mondo del ciclismo, cercando di mettere delle basi il più solide possibile per la loro crescita umana e per al loro giovanissima carriera. Non ci siamo mai prefissati dei risultati in termini di classifica, ma abbiamo piuttosto cercato di curare maggiormente l’aspetto sociale, cercando di instaurare un bel gruppo in accordo, e di arricchire il più possibile il loro bagaglio di esperienze, permettendogli di potersi mettere in gioco in più terreni e occasioni possibili. È per questo che quindi abbiamo cercato di alternare alle tradizionali uscite su strada anche degli allenamenti in pista e sullo sterrato, così da poter acquisire delle capacità difficilmente allenabili su strada, e a livello di calendario abbiamo cercato di spaziare su tutto il Triveneto, andando a prendere il via in prove di spessore e diverse tra loro, andando anche possibilmente alla ricerca di circuiti e tracciati interessanti.

 

Continua poi: “La formazione di questo 2019 è stata molto eterogenea, ma al contempo si è rivelata un gruppo molto unito ed affiatato. Le tre nuove reclute si sono sapute ben ambientare, sin dai primissimi mesi, e hanno vissuto positivamente il salto di categoria. Michele Chemello, infatti, si è saputo mettere in buona luce agli esordi della stagione, andando a raccogliere anche uno splendido podio nella gara di casa a Sandrigo. Ha collezionato anche quattro argenti, sfiorando in diverse occasioni la vittoria, e si è meritato la convocazione dal Comitato Regionale ai campionati italiani su strada a Chianciano Terme a Luglio. Riccardo Securo, invece, grazie al suo impegno è riuscito a crescere costantemente, con grandissimi progressi, andando anche a piazzarsi nella top 5. A chiudere l’annata, poi, c’è Francesco Stefani, che si è saputo distinguere maggiormente proprio nelle gare più selettive ed impegnative, tra le quali spicca decisamente quella di Castello Roganzuolo.

 

E ancora: “Anche nei ragazzi al secondo anno abbiamo potuto notare dei sensibili miglioramenti, sia dalla scorsa stagione che dall’inizio delle gare a Marzo. Alessandro Fontana, infatti, si è distinto con due vittorie anche in questo 2019 (a Castelfranco e a Carmignano), ma quello che ci ha lasciato maggiormente soddisfatti nei suoi riguardi è la crescita che ha saputo affrontare, trasformandosi da un velocista puro in un atleta piuttosto completo, capace di difendersi su tutti i terreni e sapendo mettersi a completa disposizione dei compagni nei momenti di necessità. Anche Nicolò Morello si è dimostrato protagonista di una sensibile crescita: dopo aver inaugurato la stagione con una serie di sfortunate cadute, ma mettendosi sempre al serivizo dei compagni, è riuscito ad andare a piazzamento in diverse occasioni, centrando anche qualche podio. Una storia simile si ripete per Alessandro Ruscito, che dopo un inizio non dei migliori è riuscito a riscattarsi, conquistando diverse volte i piani alti della classifica e portando a casa la vittoria di giornata ad Isola Rizza. Samuel Cito e Andrea De Marchi sono stati in moltissime occasioni due pedine fondamentali per la formazione, dando un preziosissimo supporto ai compagni e riuscendo talvolta ad agguantare degli ottimi piazzamenti. Sono sempre stati generosi e abili in gruppo. Fransceso Romare e Fabio Cappellotto, infine, hanno sempre saputo dare il loro massimo in ogni occasione, migiorando di settimana in settimana e tagliando numerosi traguardi personali.”
Conclude infine: “Sono estremamente soddisfatto della stagione che abbiamo appena concluso. In ogni ragazzo abbiamo potuto sempre vedere dei notevoli miglioramenti e degli enormi passi in avanti, sia a livello di atleta che come persona. In molte prove si sono saputi comportare come una vera squadra, muovendosi all’unisono e mettendosi al servizio dei loro compagni, leggendo correttamente la corsa e organizzandosi nel migliore dei modi. Siamo riusciti a portare a termine una splendida stagione, con dei buoni risultati comunque senza pretese, tra cui un quarto, un sesto e un ottavo posto al campionato regionale di Dosson di Casier, tre vittorie e diversi importantissimi piazzamenti. Non posso non complimentarmi con i miei atleti, che ringrazio per avermi regalato grandissime emozioni e per aver rispettato appieno l’impengo preso, allenandosi costantemente e facendo anche dei sacrifici. Ringrazio inoltre la società, il presidente, il direttivo e i gentiori, per averci sempre sostenuto e per non averci mai fatto mancare nulla. Un ringraziamento speciale, infine, va anche a Gianni Marchesin, per i preziosissimi consigli, l’aiuto e la passione trasmessaci con la sua esperienza.

 

Formazione esordienti con Matteo De Marchi e Gianni Marchesin
Foto: Ufficio stampa SANDRIGO BIKE Sport Team